Sondaggio 'Quotivadis': 70% medici boccia il 2008, professionalmente insufficiente

Redazione DottNet | 07/01/2009 15:47

aziende

Addio 2008: un anno da dimenticare, o quasi. A pensarla così sono i medici italiani, che bocciano senza appello i 12 mesi appena trascorsi. Per il 68% dei camici bianchi, il 2008 è stato infatti un anno "professionalmente insufficiente", per via di "condizioni di lavoro troppo problematiche". E' quanto emerge da un sondaggio realizzato da 'Quotivadis', quotidiano online di informazione medico-scientifica di Univadis.

 

A fronte di 7 medici su 10 che puntano quindi il dito contro le difficili condizioni di lavoro, c'è però un nutrito numero di camici bianchi, il 27%, che invece giudica il 2008 "discreto". Non manca poi chi promuove a pieni voti l'anno che ci ha lasciato. Il 4% dei medici lo ritiene infatti "ottimo". Il motivo? Semplice, dopo una lunga attesa si è finalmente firmato il rinnovo del contratto di lavoro. C'è infine un 1% di camici bianchi che non prende posizione, e a domanda risponde: "non saprei".