Indennità alle ex guardie mediche, 10 milioni di danni alle Asl

Redazione DottNet | 16/11/2015 22:40

Campania, coinvolte 50 persone, tra cui 7 dirigenti della Regione Campania e 43 funzionari delle Asl.

Un danno all'Erario da oltre 10 milioni di euro, erogati indebitamente ad ex guardie mediche, è stato scoperto dalla Guardia di Finanza della Campania e dalla Corte dei Conti al termine di indagini che vedono coinvolte 50 persone, tra cui 7 dirigenti della Regione Campania e 43, tra dirigenti e funzionari delle Asl. Si tratta del pagamento illegittimo di una indennità soppressa nel 2005 e sostituita dalla cosiddetta "indennità omnicomprensiva".

Gli accertamenti delle fiamme gialle - coordinati dal sostituto procuratore generale Marco Catalano, della Procura della Corte dei Conti della Campania - inizialmente erano incentrati sull'ASl Napoli. Successivamente sono stati estesi a tutte le Asl della Regione e condotti dai Nuclei di Polizia Tributaria competenti che hanno riscontrato come la "mala gestio" nel settore fosse ben più estesa delle prime previsioni. Il danno erariale finora accertato è pari a 10.113.063 di euro.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato