Il web è il secondo riferimento dopo il medico

Professione | Redazione DottNet | 18/11/2015 17:46

Blog e forum preferiti dai giovani

Nell'era digitale la salute 2.0 passa anche attraverso la rete: un italiano su due infatti ricerca attivamente le informazioni sul web, anche se resta per tutti il medico il riferimento centrale (85% medico di base, 68% medico specialista), e poi come seconda scelta il web. E' quanto emerge da un confronto tra esperti, studiosi dell'Universita' La Sapienza di Roma, l'Istituto Superiore di Sanità e Aifa dopo una ricerca su un campione di 2.066 individui. Diverse e articolate le informazioni cercate sul web: alla domanda "quali informazioni sulla salute ha cercato su internet? "l'83% degli italiani indica informazioni riguardanti le patologie, il 66% sulle possibilità di cura e il 64% sui corretti stili di vita.

 

 

Le ricerche comprendono inoltre accentuazioni specifiche sui farmaci prescritti dal medico (44%) e sui farmaci da banco (35%). "La democratizzazione dei dati e delle informazioni nel campo della salute provocherà una rivoluzione paragonabile a quella seguita all'introduzione sul mercato degli smartphone, che hanno concentrato in un unico apparecchio una molteplicità di funzioni cambiando per sempre i concetti di connessione e comunicazione" spiega Valentina Mantua, Psichiatra e Dirigente Medico dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA). Si cerca soprattutto sui siti mentre blog e forum vengono mediamente utilizzati da uno su quattro, in particolare dalle fasce più giovani rispetto a quelle più anziane.

 

 

"Il web rappresenta un'enorme opportunità in termini di conoscenza, ma nell'esplorare la rete sono necessari gli strumenti per orientarsi sull'autorevolezza delle fonti che producono informazioni e in medicina la qualità delle informazioni è una questione centrale, - commenta Walter Ricciardi, Presidente dell'Istituto Superiore di Sanità - e diventa allora fondamentale favorire l'alleanza fra paziente e medico e fornire a quest'ultimo strumenti di presidio per guidare la popolazione nelle ricerche online. Internet necessita di essere incluso nella relazione potendo affermarsi quale collante e territorio di confronto all'interno della relazione".

 

 

Fonte: iss, aifa, sapienza

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato