Un'analisi del sangue farà scoprire l'osteoporosi

Ortopedia | Redazione DottNet | 08/01/2009 15:22

Una semplice analisi del sangue potrà portare a diagnosticare precocemente l'osteoporosi ed a prevenire le tante fratture che colpiscono soprattutto le donne.

Alcuni ricercatori danesi dell'Università di Aarhus hanno infatti scoperto un metodo in grado di rivelare la predisposizione all'osteoporosi perchè a determinarla sarebbe la riduzione di un gene chiamato Alox - 12. Compiendo un'analisi del sangue in pazienti sani il metodo sarebbe in grado di far capire se si corre il rischio di venire colpiti dalla malattia. In questo modo una terapia appropriata potrebbe essere prescritta in tempi appropriati ad evitare la riduzione della massa ossea. La scoperta suscita molto interesse proprio perchè l'osteoporosi è una malattia ansintomatica e se ne scopre l'esistenza solo quando la fragilità scheletrica è già subentrata e si è predisposti alla frattura. Si sa che il processo si accelera in età avanzata e aumentando la lunghezza della vita la malattia rischia di diventare in futuro un problema grave. La possibilità di prevenirla apre ora nuove prospettive, ma perchè la scoperta danese possa venire in aiuto occorrerà compiere ancora alcune ricerche.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato