Sanofi: lo stabilimento di Garessio passa ai bulgari di Huvepharma

Aziende | Redazione DottNet | 25/11/2015 21:21

Confermato personale in forza alle stesse condizioni

Accordo per la cessione dello stabilimento Sanofi di Garessio (Cuneo) al gruppo Huvepharma. L'intesa è stata siglata al termine dell'incontro al Ministero dello Sviluppo economico tra azienda e sindacati, alla presenza dei rappresentanti della Regione Piemonte. Prevede la conferma del personale in forza a Garessio, alle medecime condizioni contrattuali, compreso il contratto integrativo. Il piano industriali dell'azienda fino al 2020, presentato dal futuro amministratore delegato di Huvepharma Italia, Nicola de Risi, prevede inoltre che la conferma per cinque anni della produzione in Piemonte, con buone prospettive occupazioni sul territorio.
 

"Un anno fa - spiega l'assessore al Lavoro della Regione Piemonte, Gianna Pentenero - si prospettava un'eventuale chiusura dell'impianto piemontese, specializzato nel processo di sintesi chimica dei farmaci, entro il 2018. Oggi le competenze e il know how dello stabilimento di Garessio, riconosciute anche dagli enti internazionali di regolazione del settore, hanno spinto il gruppo bulgaro a procedere all'acquisto del ramo di azienda. In un periodo caratterizzato da svariate crisi industriali non posso che salutare con soddisfazione questa decisione, che non soltanto tutela gli attuali posti di lavoro, ma pone le basi per crearne di nuovi". "Siamo pronti ad accompagnare questa fase mettendo in campo gli opportuni strumenti a disposizione per aumentare le opportunità di sviluppo dell'azienda sul territorio piemontese", aggiunge l'assessore alle Attività produttive della Regione Piemonte, Giuseppina De Santis.


 


 

Fonte: ansa

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato