Riparto fondo sanitario 2015, raggiunta l'intesa tra le Regioni

Redazione DottNet | 27/11/2015 14:35

La somma totale è di 107 milioni, adesso manca solo il via libera della Conferenza Stato-Regioni

Poco meno di 107 miliardi di euro. E’ l’ammontare della quota indistinta del Fondo sanitario 2015 ripartita mercoledì dalle Regioni in base a una proposta d’intesa che, ieri, il presidente Sergio Chiamparino ha inviato al ministero della Salute. Per diventare operativa serve ancora l’ok della Conferenza Stato-Regioni, ma il fatto che i governatori siano riusciti a trovare al primo round l’accordo sulla ripartizione è già qualcosa. «Si tratta di un risultato importante» ha commentato non a caso Chiamparino «un traguardo raggiunto grazie al senso di responsabilità e allo spirito di collaborazione che ha caratterizzato i lavori della Conferenza. Ora mi auguro che su questa proposta possa presto esserci l’intesa tra Stato e Regioni».

 

Nell’attesa le farmacie possono cominciare a dare un’occhiata alle cifre che, in base alla proposta, spetteranno a ciascuna Regione. E’ da tali “piatti”, infatti, che verranno conteggiati i tetti per la spesa farmaceutica territoriale e ospedaliera di quest’anno, sui quali a loro volta si determineranno sfondamenti ed eventuali pay back a carico della filiera. E’ stata invece rinviata alla seduta del 17 dicembre l’elezione del nuovo presidente della Conferenza delle Regioni.

 

fonte: federfarma