La dieta in gravidanza e il rischio di asma nei bambini

Medical Information Dottnet | 28/06/2016 17:31

Secondo il Prof.Harold Nelson l’apporto di vitamina D ed E in gravidanza influenza il rischio di asma nei bambini.

L’influenza dell’assunzione materna di vitamina D sul rischio d’insorgenza di patologia asmatica nella prole non è chiarita, come sottolineato dal Prof.Harold Nelson del National Jewish Health di Denver.

Il Prof.Nelson ha evidenziato che lo studio longitudinale di Allan et al. condotto su 1924 bambini, nati da donne esaminate in gravidanza, è stato effettuato per valutare l’assunzione materna di vitamina D e vitamina E mediante il Questionario di frequenza alimentare (FFQ) e misurare i livelli plasmatici di α-tocoferolo durante la gestazione. Nel corso dello studio, sono stati compilati questionari respiratori riferiti ai bambini dell’età di 10 anni mentre il trattamento utilizzato per la cura dell'asma nei bambini è stata ricavato da dati amministrativi. L’analisi longitudinale ha incluso i dati raccolti a 1, 2, 5 e 10 anni di età dei bambini. I dati relativi ai sintomi sono stati disponibili per 934 (49%) dei bambini e i dati riferiti all'uso di farmaci per l'asma per 1748 bambini (91%).

Come rimarcato dal Prof.Nelson, i risultati dello studio hanno evidenziato che l’assunzione materna di vitamina D durante la gravidanza è risultata negativamente associata ad una diagnosi clinica di asma nei bambini a 10 anni di età (OR per l'assunzione quintile 0.86, CI del 95% 0.74–0.99) e nel corso dei primi 10 anni di vita (rapporto di rischio 0.90, IC del 95%  0.81-1.00). Nelle madri i livelli plasmatici di α-tocoferolo a 11 settimane di gestazione sono risultati negativamente associati ai bambini in trattamento per l’asma (OR per aumento della deviazione standard 0.52, IC del 95% 0.31–0.87). Inoltre, è stato osservato che l’assunzione materna di vitamina E è negativamente associata ad una diagnosi clinica di patologia asmatica (OR 0.89, IC 95% 0.81-0.99) nei primi 10 anni di vita dei bambini.

Il Prof.Nelson ha ribadito che, in base ai dati ottenuti da Allan et al., è possibile affermare che l’assunzione di bassi livelli di vitamina D ed E in gravidanza sia associata ad un aumento del rischio di comparsa dell’asma nei primi 10 anni di vita dei bambini. Inoltre, l’esperto ha concluso affermando che non è accertato se questo effetto positivo delle vitamina D ed E possa essere determinato dall’azione delle vitamine stesse oppure possa essere favorevolmente associato alla dieta mediterranea.

Riferimenti bibliografici:

Allan KM, Prabhu N, Craig LC, McNeill G, Kirby B, McLay J, Helms PJ, Ayres JG, Seaton A, Turner SW, Devereux G. Maternal vitamin D and E intakes during pregnancy are associated with asthma in children. Eur Respir J. 2014 Oct 30

 

Il Servizio F1000 è offerto da Chiesi Farmaceutici Spa. Che cos’è F1000? Scoprilo qui

F1000 Workspace: è uno strumento di collaborazione per la scrittura, la raccolta e la discussione di articoli scientifici.

F1000 Prime: Identifica i principali studi scientifici nel campo della medicina e della biologia.

Per approfondimenti sulla terapia inalatoria e l'uso dei dispositivi inalatori consultare il sito:

 www.admit-inhalers.org

Depositato presso AIFA: 15/06/2016