Selfie in sala operatoria, dilaga la moda

Redazione DottNet | 02/12/2015 21:00

La foto che pubblichiamo, è finita al centro dell'attenzione dell'Ordine dei medici. In arrivo sanzioni

Selfie scattati da medici in sala operatoria e postati su Facebook. Una vicenda, anticipata dal Corriere del Mezzogiorno e finita in giornata al centro di accesi dibattiti sui principali social network, che ha suscitato la dura reazione dell'Ordine dei Medici di Napoli. Nelle foto che abbiamo pubblicato si vedono chirurgi, anestesisti e infermieri che sono raffigurati in posa, a volte con le mascherine, a volte con il viso scoperto, accanto ai pazienti adagiati sui tavoli operatori. Pose scherzose, alcuni sorridono divertiti e fanno il segno di ok con il pollice. I selfie proverrebbero da vari ospedali della Campania.

 

Una vera e propria ‘moda', una abitudine pessima che sta dilagando anche tra i professionisti del bisturi in Campania. Una "tentazione" che "starebbecontagiando molti medici che, sorridenti, con guanti insanguinati e mascherine colorate, salutano all’obiettivo". Immagini ovviamente sgradevoli, col paziente sotto anestesia, intubato, letteralmente sotto i ferri, che vengono postati con una leggerezza incredibile, su blog di settore e sui social network. Insomma, il chirurgo con la febbre del selfie in Campania è una realtà che complice l'assenza di controlli e di sanzioni, sta andando avanti indisturbata. Nelle sale operatorie le macchine fotografiche e le telecamere sono ovviamente strumentazioni d'ordinanza, visto che aiutano il professionista sia nell'esplorare la zona da operare sia dopo, nel post operatorio sia nella ricerca medica e nello studio dei casi.

 

L'Ordine dei medici ha annunciato che chiederà di identificare i medici che si sono fotografati e hanno pubblicato le immagini in rete. Deprecabili ha definito le foto il presidente dell'Ordine Silvestro Scotti che ha inoltre espresso "tutto il suo disappunto" per la vicenda. Il presidente ha anche voluto negare di essersi sottratto durante la giornata alle richieste di commentare la notizia. L'Ordine dei Medici di Napoli ha fatto sapere di essersi già attivato nel corso della mattina di ieri nel richiedere ogni notizia utile, "atta ad individuare, ad esempio, nominativi, sedi lavorative, profili e date".

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato