Invecchiamento e tecniche combinate in Medicina Estetica

Andrea Menichelli | 03/12/2015 12:12

Il tempo non si può fermare ma noi possiamo rallentarlo.

Ultimamente hanno preso piede i Fili in Pdo con ottimi risultati, io nella mia pratica clinica li uso molto; ho Visto poi che qualunque trattamento associato ne allunga la durata.

Inoltre la Combinazione Fili in Pdo  e Filler di Acido Ialuronico mi sta dando ottimi risultati creando naturalezza ad esempio in un viso. Da una parte i fili liftano e creano supporto, dall’altra i filler sono i riempitivi per eccellenza delle ritidosi o comuni “rughe”.

Nessuno dice che la chirurgia non funzioni anzi in alcuni casi è l’unica strada ma sicuramente la Medicina Estetica è più sicura meno invasiva e alla fine più economica; noi con i fili possiamo agire in tutti i settori del corpo dal viso ai glutei e la stessa cosa con i filler di Acido Ialuronico.

In ultimo ho notato grossi miglioramenti usando la carbossiterapia e i biorivitalizzanti e per chi ha paura degli aghi abbiamo la radiofrequenza con veicolatore trans dermico.

In sintesi si possono veicolare sostanze senza ago, certamente il gold standard è l’ago dove il prodotto entra al 100 per cento ma tramite questa tecnica sfruttando i canali transmembrana si riescono a veicolare sostanze come  acido ialuronico vitamine placenta.

In conclusione La Medicina Estetica non vuole stravolgere nulla ma sicuramente rallentare l'invecchiamento facendo invecchiare in modo graduale e non repentino.

“Contenuto a carattere medico o sanitario proveniente da una esperienza personale dell’utente”

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato