Ecm, insediata la nuova Commissione: più verifiche e sanzioni

Professione | Redazione DottNet | 09/12/2015 20:29

Aggiornamento a riforme trasparenza e corruzione

Il Ministro Beatrice Lorenzin ha presieduto, ieri, presso il Ministero della Salute, la riunione di insediamento della nuova Commissione Nazionale per la Formazione Continua che resterà in carica per i prossimi tre anni. La Commissione, istituita presso AGENAS, sarà chiamata ad avviare i lavori per la redazione di un nuovo Accordo Stato - Regioni sulla materia, con l'obiettivo di semplificare e razionalizzare il sistema regolatorio in ambito ECM, aggiornando la normativa alle più recenti riforme in tema di trasparenza, anticorruzione e conflitto di interessi.

''Per quanto riguarda i provider accreditati dal sistema - si legge in una nota del ministero - verrà dato maggiore impulso alle attività di verifica sul territorio, al fine di monitorare il corretto svolgimento degli eventi formativi. Allo stesso modo dovrà essere posta particolare attenzione da parte degli Ordini Professionali al rispetto degli obblighi in materia di formazione continua previsti per ogni singolo professionista.

Nel processo di trasformazione in corso del sistema sanitario, la definizione di un'offerta formativa adeguata ai bisogni delle diverse professioni deve essere accompagnata da meccanismi di verifica efficaci per colpire coloro che non rispettino gli obblighi previsti dalla normativa''. Insieme al Ministro della Salute, fanno parte del Comitato di Presidenza della Commissione Nazionale per la Formazione Continua i Vice Presidenti Sergio Venturi, Coordinatore della Commissione Salute e Roberta Chersevani, Presidente della FNOMCeO, e i Componenti di diritto Francesco Bevere, Direttore Generale dell'AGENAS e Rossana Ugenti Direttore generale delle Risorse Umane e delle Professioni Sanitarie del Ministero della Salute. Segretario della Commissione è Marco Maccari dell'AGENAS.

 

Web e tv cambiano faccia all’Ecm (Educazione continua in medicina). In Italia l’aggiornamento professionale dei camici bianchi è sempre meno tradizionale (congressi, seminari, workshop, eccetera) e sempre più 2.0. I dati parlano chiaro: se nel 2013 si sono registrati 382 eventi Fad (Formazione a distanza), nei primi tre mesi del 2014 si è già toccata la soglia di 549 corsi, compresi quelli iniziati nel 2013 ma non ancora conclusi. Insomma, un netto incremento. E’ quanto emerge da un’analisi dei dati della Commissione nazionale Ecm. Le tabelle della Commissione tracciano anche un quadro dettagliato degli eventi residenziali organizzati nel 2013 e nei primi tre mesi del 2014. I corsi di aggiornamento rivolti ai medici (25.355 in 15 mesi) rappresentano il 35% dell’offerta; quelli rivolti agli infermieri (7.874) il 14%. Poco più di 3.700 in 15 mesi sono stati invece i corsi tradizionali destinati ai farmacisti, circa il 5% del totale dell’offerta formativa. Stessa percentuale (5%) e numeri simili per i biologi: 3.352 eventi organizzati, e a loro rivolti, negli ultimi 15 mesi.

 

Fonte: ministero Salute

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato