Interazioni tra Farmaci: la web app da usare subito

Usare Dottnet | Redazione DottNet | 11/12/2015 16:33

InfoMedics offre ai professionisti della salute il servizio Interazioni tra Farmaci, con cui verificare online le interazioni tra farmaci.

La possibilità di accesso a farmaci sempre più innovativi e smart – senza trascurare l’adozione di stili di vita più sani – è la principale causa della significativa riduzione del tasso di mortalità degli esseri umani.

Gli ultimi dati Istat, infatti, confermano che in Italia la speranza di vita della popolazione – e con essa l’età media – continui a crescere fino a 84,9 anni per le donne e a 80,2 per gli uomini.

«Non avevamo idea che sarebbe stata scoperta la penicillina e che improvvisamente avrebbe causato la diminuzione delle malattie infettive. Forse, una scoperta simile porterà a un ulteriore allungamento della durata della vita» spiega Dan Buettner, esploratore National Geographic, nell’interessante articolo Da 30 a 72 anni: perché siamo diventati più longevi?

Donne e uomini, quindi, vivono più a lungo – e meglio – perché hanno a disposizione una gamma crescente di farmaci specifici per le varie tipologie di patologie, croniche o acute.

Tuttavia, capita che più farmaci vadano assunti contemporaneamente per far fronte a simultanee patologie. In casi come questi, però, è doveroso accertarsi delle possibili interazioni tra gli specifici principi attivi. Ad esempio la cosomministrazione di un comune antibiotico – ad esempio a base di Amoxicillina – e di un antinfiammatori non steroideo (FANS) – come quelli che contengono Acido acetilsalicilico – potrebbe determinare una variazione dell’emivita plasmatica dell’antibiotico e, di conseguenza, influire negativamente con l’esito della terapia.

Per offrire ai medici – e a tutte le categorie di professionisti della salute – la possibilità di verificare in sicurezza e celerità l’interazione tra due farmaci, InfoMedics ha sviluppato una web app facile e completa. Basta inserire il nome di un farmaco o di un principio attivo per visualizzarne il completo RCP. Inoltre, dopo avere selezionato un farmaco, è possibile aggiungerne un secondo per constatare l’esistenza di interazioni note tra i due farmaci.

Per quanto sia sicuramente vero che «Il progresso compiuto nel secolo scorso – come sostiene Oskar Burger, antropologo dell'evoluzione dell'istituto di ricerche demografiche Max Planck – è di gran lunga superiore a quello avvenuto nel corso della storia evolutiva degli scimpanzé e degli esseri umani», eppure la rivoluzione digitale degli ultimi anni rappresenta già una scoperta capace – se non di guarire – almeno di prevenire gravi conseguenza per la salute dei pazienti, poiché garantisce la conoscenza immediata di utili notizie.

Per accedere alla sezione Interazioni tra Farmaci, clicchi su

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato