Sanofi e Boehringer trattano lo scambio di asset

Redazione DottNet | 15/12/2015 14:10

E' un'operazione da 22,8 miliardi di euro

Trattative tra Sanofi e Boehringer Ingelheim per uno scambio di asset che darebbe alla prima le attività di farmaci da banco dell'azienda tedesca mentre a quest'ultima andrebbe il settore veterinario del colosso francese della farmaceutica. L'operazione è pari a 22,8 miliardi di euro e per Sanofi rappresenterebbe la più grande transazione negli ultimi 10 anni. Le attività veterinarie di Sanofi sono valutate 11,4 miliardi, gli asset di Boehringer 6,7 miliardi. I tedeschi pagherebbero 4,7 miliardi per colmare il gap.

 

Con l'operazione Sanofi diventerebbe il leader mondiale nel comparto sanitario per i consumatori con una quota di mercato globale del 4,6% e con vendite in rialzo a 5,1 miliardi di euro nel 2015 da 3,3 miliardi del 2014. Boehringer diventerebbe invece la seconda azienda al mondo nel settore della salute degli animali. Le attività di farmaci per i consumatori di Boehringer Ingelheim Cina non farebbero parte della transazione, spiegano le due aziende, che puntano a chiudere l'accordo nel quarto trimestre del 2016. Negli ultimi mesi nei due settori c'e' stato un processo di consolidamento. L'anno scorso Novartis ha venduto le sue attività veterinarie a Eli Lilly e poi ha scambiato la sua divisione vaccini con quella oncologica di GlaxmoSmithKlyne.

 

fonte: ansa

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato