Epatite C, campagna di sensibilizzazione nelle farmacie

Redazione DottNet | 18/12/2015 12:09

Lanciata da sei associazioni di pazienti

Si intitola "Senza la C" la nuova campagna di sensibilizzazione contro l'epatite C lanciata da sei associazioni di pazienti con l'obiettivo comune di informare sulle implicazioni derivanti dal contagio e sui corretti comportamenti da adottare per prevenire questa malattia.

L'iniziativa si articola nella realizzazione di brochure informative, distribuite nelle farmacie italiane e in oltre 3mila punti di aggregazione tra i quali i centri di infettivologia, i SerD, servizi per le dipendenze delle Asl, le sedi nazionali e locali delle associazioni e i locali gay. Il progetto, realizzato con il contributo non condizionato di Abbvie ha anche un sito dedicato, www.senzalac.it.  L'epatite C colpisce circa il 3% della popolazione mondiale.

Ogni anno, ai circa 170 milioni di individui già infetti, si aggiungono tra i 3 e i 4 milioni di nuovi casi - spiegano i promotori della campagna in una nota - e anche se questa malattia fa oggi meno paura, anche grazie a nuovi farmaci, la prevenzione e' essenziale, vista la non disponibilità di un vaccino. Tra i promotori del progetto Aned (Associazione Nazionale Emodializzati Dialisi e Trapianto) Epac (Pazienti con epatite e malattie del fegato), Fedemo (Federazione delle Associazioni Emofilici), L'Isola di Arran (Associazione impegnata nella lotta al disagio e all'emarginazione sociale legate al mondo della droga), Nadir (Pazienti con HIV), Plus (Persone LGBT Sieropositive). La campagna beneficia del patrocinio del Ministero della Salute, oltre oltre che di Fofi (Federazione Ordine Farmacisti Italiani), Simmg (Società Italiana di Medicina Generale e delle cure primarie) e Simit (Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali).