Analisti, Merck KGaA potrebbe cedere unità consumer a Sanofi

Aziende | Redazione DottNet | 08/01/2009 16:41

L'azienda farmaceutica tedesca Merck KGaA potrebbe decidere di vendere la sua unità Consumer Healtcare a una grande multinazionale. E' la previsione degli analisti della banca svizzera Ubs, che individuano nella francese Sanofi-Aventis l'acquirente ideale.

Per un'operazione che, secondo l'analista Gbola Amusa citato da Reuters, frutterebbe a Merck KGaA circa 2,1 miliardi di euro (2,8 miliardi di dollari): un valore 4,5 volte superiore a quello delle sue vendite di medicinali senza obbligo di prescrizione medica.
No comment da parte del portavoce di Merck KGaA, Gangolf Schrimpf, che tuttavia ricorda come in passato il management della società abbia più volte ribadito l'intenzione di mantenere tutte le 4 divisioni del gruppo, rinforzando anzi il comparto Otc. Secondo Amusa, però, per le sue dimensioni "insufficienti" e perché "focalizzata soprattutto sull'Europa", Merck KGaA non potrebbe sfruttare al meglio le opportunità del settore prodotti da banco: un mercato globale pari a 100 miliardi di dollari l'anno. Tra i possibili compratori, l'esperto Ubs non esclude nemmeno il nome della britannica GlaxoSmithKline. Ma propende con decisione per Sanofi: l'acquirente "più logico", dice, che al timone del nuovo ceo Chris Viehbacher punterebbe a una strategia di acquisizioni in modo da diversificare le operazioni.


 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato