Novartis, accordo con Alphavax per vaccino contro Citomegalovirus

Aziende | Redazione DottNet | 08/01/2009 16:42

Pipeline vaccini più ricca per la svizzera Novartis, grazie a un accordo con l'americana
AlphaVax. L'intesa, che prevede un pagamento iniziale di 20 milioni di dollari, frutta al colosso basilese la licenza su un programma di sviluppo di nuovi prodotti. Cuore dell'accordo un vaccino preventivo contro il Citomegalovirus (Cmv), che dovrebbe entrare in fase clinica II nel corso del 2009.
 

Al termine della fase clinica II sul vaccino anti-Cmv, il gigante renano potrà anche acquisire una partecipazione di 4 milioni di dollari in AlphaVax. Il Cmv appartiene alla stessa famiglia del virus dell'herpes labiale e genitale, della varicella e della mononucleosi infettiva. Il microrganismo colpisce ogni anno 86 mila neonati negli Usa e in Europa, con 700 morti e 17.500 casi di disabilità grave, sottolinea Novartis in una nota. L'azienda ricorda che ad oggi non esiste alcun vaccino omologato anti-Cmv. Il pagamento iniziale pari a 20 milioni di dollari offre inoltre a Novartis diritti di negoziazione sul programma preclinico di sviluppo focalizzato contro il virus respiratorio sinciziale (Rsv).

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato