Una settimana al bioUpper per promuovere un'idea-progetto

Redazione DottNet | 04/01/2016 13:45

Tra 19 team la giuria ne selezionerà 10; ad aprile i 3 vincitori

Hanno affrontato la 'settimana di formazione' per apprendere il modo migliore di presentarsi alla giuria finale, i 19 team selezionati nella 2/a fase di BioUpper, l'iniziativa promossa da Novartis e Fondazione Cariplo a sostegno dei giovani talenti che vogliono creare una start up nel settore delle scienze della vita.

La prima fase del progetto si era conclusa il 20 novembre, raccogliendo 118 candidature da tutta Italia. Ora i 19 team selezionati hanno affrontato lezioni dedicate alla creazione del modello di business e del piano di sviluppo, tecniche di presentazione dei progetti agli investitori, workshop di confronto e incontri ad hoc per prepararsi al meglio alla loro presentazione finale alla Giuria prevista per l'8 gennaio.

Tra i principali giurati, Bill Barber, Presidente e co-fondatore di INCube, Giancarlo Giudici, Strategy Management & Finance, Politecnico di Milano, Stefano Mizio, CEO di Innovits Lab, Raffaella Bossi Fornarini de Politecnico di Milano.

I 19 provengono da 9 regioni. La più rappresentata è la Lombardia, con 7 progetti selezionati (5 di questi provengono dalla sola provincia di Milano). Seguono Toscana (3), Piemonte, Puglia (2). Infine Lazio, Campania, Liguria, Veneto ed Emilia Romagna con 1 progetto a testa.

Al termine della presentazione la Giuria selezionerà le 10 proposte che accederanno al programma bimestrale di accelerazione volto a predisporre la fase dell'ingresso del progetto sul mercato. Conclusa quest'ultima fase, ciascun team sarà chiamato a presentare i risultati raggiunti. I 3 migliori riceveranno un contributo di 50mila euro ciascuno, che permetterà loro di usufruire di ulteriori consulenze specializzate e di servizi per lo sviluppo del proprio progetto d'impresa.

 

fonmte: ansa