L’enucleazione bipolare transuretrale con elettrodo pulsante (B-TUEP)

Urologia | Medical Information Dottnet | 07/01/2016 11:04

La B-TUEP è risultata sicura ed efficace nel trattamento dell’ostruzione dello sbocco vescicale dovuta ad iperplasia prostatica benigna.

Lo studio di Giulianelli et al. è stato condotto per valutare la sicurezza e l'efficacia dell’enucleazione bipolare transuretrale con elettrodo pulsante (B-TUEP) nel trattamento dell’ostruzione dello sbocco vescicale dovuta ad iperplasia prostatica benigna.

Un singolo chirurgo ha eseguito 50 interventi di B-TUEP. Le valutazioni preoperatorie e postoperatorie hanno compreso l’antigene prostatico specifico, il punteggio del International Prostate Symptoms Score (IPSS), l’International Index of Erectile Function-5 (IIEF-5), l’indice di qualità della vita (QoL), l’uroflussometria con valutazione del residuo post-minzionale (PVR) e il volume della prostata misurato con ecografia transrettale. Durante l'intervento, è stato valutato il tempo B-TUEP (tempo di enucleazione e resezione). Nel perioperatorio, è stato effettuato il dosaggio dell'emoglobina e sono stati misurati il tempo di irrigazione della vescica, il tempo di cateterizzazione e rilevati gli eventi di ritenzione urinaria acuta, la durata del soggiorno, la riammissione del paziente e gli eventuali ulteriori trattamenti endoscopici.

I risultati dello studio hanno evidenziato che tre mesi dopo l'intervento, l'82% dei pazienti ha mostrato un significativo miglioramento del flusso urinario massimo (Qmax; p<0.001). A 6 e 12 mesi, l'80% e il 83.3% dei pazienti hanno mantenuto il miglioramento significativo (p<0.001). Gli endpoint secondari IPSS, QoL, IIEF-5 e PVR hanno presentato un miglioramento statisticamente significativo rispetto ai valori basali. Nessuna variazione significativa dei valori di emoglobina è stata osservata prima e dopo la chirurgia. Il tempo di irrigazione vescicale è risultato compreso tra le 24 e le 36 ore per circa l'80% dei pazienti. In un caso, è stato necessario un second-look endoscopico ad emostasi. La durata del ricovero dopo l'intervento chirurgico è stata inferiore a 48 ore nell’88% dei casi. La riammissione è stata richiesta per il 6% dei pazienti a causa di ematuria, e 6 mesi più tardi, per altri 2 pazienti che hanno sviluppato sclerosi del collo vescicale trattata con incisione transuretrale della prostata.

Secondo i dati ottenuti, la tecnica B-TUEP, effettuata utilizzando il sistema Gyrus PK, è risultata rapida e sicura con risultati clinici ottimali.

Riferimenti bibliografici:

Giulianelli R, Gentile B, Albanesi L, Tariciotti P, Mirabile G. Bipolar Button Transurethral Enucleation of Prostate in Benign Prostate Hypertrophy Treatment: A New Surgical Technique. Urology. 2015 Aug;86(2):407-13.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato