Legge 40.2 / Turco, gravidanze gemellari confermano le critiche al dettato della norma

Redazione DottNet | 01/08/2008 09:53

La rilevante percentuale di gravidanze gemellari e trigemine nella popolazione femminile più giovane ''conferma le riflessioni critiche relative al dettato di legge, che si affidano al dibattito istituzionale e scientifico''. Lo afferma l'ex Ministro della Salute, Livia Turco, nella premessa della Relazione 2007 del Ministero della Salute in merito alla legge 40 sulla procreazione depositata in Parlamento.

Secondo la relazione i parti gemellari ottenuti in seguito alle tecniche di procreazione medico assistita, raggiungono una quota superiore al 18% e quelle trigemine del 3,3%. Inoltre, spiega Livia Turco, ''le percentuali di gravidanze ottenute nel 2006 sono perfettamente sovrapponibili a quelle dell'anno precedente denotando comunque un mancato incremento atteso nelle percentuali di gravidanze come invece si registra in tutti gli altri paesi europei''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato