Spese sanitarie nel 730, la proroga è il massimo

Farmacia | Redazione DottNet | 25/01/2016 18:59

Niente riapertura Voluntary. Orlandi, novità esagerate, sarà un anno faticoso

Niente speranze per chi punta su una riapertura della voluntary disclosure. Sulla proroga per la consegna dei dati sanitari per il 730 precompilato, poi, impossibile fare di più. La 'numero uno'' dell'Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi, mette qualche paletto al dibattito fiscale e non nasconde che il 2015 sarà un anno impegnativo, ricco di novità che metteranno a dura prova al gestione del fisco italiano. "Abbiamo un anno faticoso pieno di lavoro - afferma a margine di un convegno, rispondendo alle sollecitazioni dei giornalisti - C'è la voluntary, con 500 mila atti di accertamento in contraddittorio, ma anche il ruling e il patent box su cui si punta tantissimo. C'è un numero esagerato di novità, su cui dovremo mettere tantissime risorse ma, anche quest'anno, abbiamo un turn over molto rallentato. Ce la mettiamo tutta, ma non sempre riusciremo a fare tutto quello che vorremmo", ha aggiunto.

 

Non c'è polemica o allarme nelle parole, piuttosto l'indicazione pragmatica delle difficoltà dell'Agenzia che deve anche affrontare le novità introdotte con la legge di stabilità. ''E' un inizio d'anno particolarmente faticoso e importante. Cerchiamo di metterci tutto l'impegno e la buona volontà, la disponibilità a collaborare e a confrontarci con tutte le istituzioni, ma non sempre riusciremo a fare tutto quello che vorremmo". Il direttore dell'Agenzia delle Entrate manda poi altri due messaggi. La riapertura dei termini della voluntary disclosure - è la prima indicazione che gela le richieste dei commercialisti - "non è all'ordine del giorno: abbiamo una norma già chiusa, circolari e decreti, quindi stiamo parlando di un provvedimento a regime, già determinato nei tempi e nei modi. Un eventuale ripensamento è una scelta politica che in questo momento non mi sembra all'ordine del giorno". Sui dati sanitari da inviare per la predisposizione del 730 precompilato - chiarisce inoltre - lo slittamento per la consegna, fissato al 9 febbraio "è il massimo che da un punto di vista tecnico abbiamo potuto dare, comprimendo tutti i tempi di elaborazione".

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato