Le farmacie crescono dell'1,6%: tira la cosmetica

Farmacia | Redazione DottNet | 26/01/2016 14:03

Secondo IMS Health il mercato nel 2015 ha raggiunto i 25,3 miliardi

Sostenute dalla vendita di prodotti per il corpo e cosmetici, le farmacie non sembrano accusare troppo i colpi della crisi economica. E' quanto indicano i dati relativi al fatturato del 2015, che ha raggiunto complessivamente 25,3 miliardi di euro con una crescita dell'1,6% rispetto al 2014. Al contrario, parafarmacie e corner della grande distribuzione organizzata hanno registrato risultati meno positivi, con un calo di fatturato di -0,8% e -1,6% rispetto all'anno precedente. A dirlo sono i dati diffusi da IMS Health, società specializzata in servizi informativi dedicati al mondo della salute.

Nel 2015, i farmaci con obbligo di prescrizione mantengono il valore del 2014 pari a circa 15 miliardi (-0,1%). Il mercato di libera vendita vale invece 10,2 miliardi nel canale farmacia (più del 40% del totale), con un incremento del 4,1% rispetto all'anno precedente. A trainare è la crescita del comparto igiene e bellezza, in particolare i prodotti per proteggersi dal sole e quelli per il trucco: la dermocosmesi, nel suo insieme, è cresciuta del 3% in fatturato e quasi del 5% in consumi. Anche il comparto parafarmaceutico registra un trend positivo (+2,5%), sostenuto da prodotti per la gestione del diabete: test del glucosio e pungidito valgono il 46% del totale parafarmaco (1,1 miliardi) e crescono del 4% sia in valori che in consumi.

Sempre più consigliati anche dai medici, infine, gli integratori continuano l'ascesa: da quelli per sali minerali e vitamine, ai più specifici per coadiuvare le terapie di malattie importanti come quelle oculistiche e del sistema nervoso centrale, questi prodotti aumentano sia in fatturato che in confezioni vendute, rispettivamente del 7,9 e 6,4%.

 

fonte: ims

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato