Ricetta elettronica nazionale, sarà a regime da marzo

Redazione DottNet | 26/01/2016 18:27

Fino ad allora sarà utilizzabile solo in modalità 'transitoria'

Dovrebbe entrare a regime dal mese di marzo la ricetta dematerializzata con validità nazionale, che darà la possibilità ai cittadini di acquistare farmaci dietro prescrizione medica anche in regioni diverse da quella di residenza. E' quanto riferisce Federfarma riportando le rassicurazioni fornite da Sogei, società controllata dal Ministero dell'Economia e incaricata di implementare la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione.

Nel corso dell'ultimo incontro tra Federfarma e Sogei è stato fatto il punto su tempi e modalità di implementazione del dpcm entrato in vigore a inizio gennaio. In una fase transitoria, ovvero fino al primo marzo, come proposto da Federfarma, verranno applicati alla ricetta ticket ed esenzioni in vigore nella regione dov'è ubicata la farmacia invece che quelli della regione dove risiede il cittadino che richiede il farmaco.

Quanto ai problemi attualmente segnalati dalle farmacie nella spedizione di ricette digitali che arrivano da un'altra regione, la società delle Finanze ha assicurato di riuscire a risolvere il problema "nel giro di una settimana circa". Per l'inizio di marzo, invece, il sistema informatico verrà aggiornato con codici e tariffe in vigore nelle diverse regioni italiane e potrà così entrare pienamente a regime. Solo allora la farmacia potrà spedire i dati telematici direttamente al sistema di accoglienza centrale (SAC) che applicherà "automaticamente compartecipazioni ed esenzioni della regione di origine, senza alcuna incombenza per il farmacista".