Fofi, corsi per farmacisti sulla contraccezione d'emergenza

Farmacia | Redazione DottNet | 04/02/2016 16:00

Ci sono ancora molte resistenze per la pillola ellaOne, 'ma è diritto donna'

L'Ordine dei Farmacisti attiverà un corso specifico per i propri iscritti sulla contraccezione di emergenza. Lo ha annunciato il presidente della Federazione degli ordini (Fofi) Andrea Mandelli, durante la presentazione di una ricerca Swg da cui è emerso che molti professionisti, così come molte donne, non conoscono nè i nuovi contraccettivi ne le norme che prevedono che non ci sia più l'obbligo di ricetta.

"Comprendo come una categoria che da sempre ha visto farmaci come bisognevoli di una procedura sia difficile da raggiungere capillarmente - ha spiegato Mandelli -. Noi metteremo a disposizione materiale informativo anche all'interno di un corso Ecm, questo può fare bene".

Secondo la ricerca il 36% delle donne intervistate pensa, sbagliando, che sia necessaria la ricetta per ottenere la pillola ellaOne, l'ultima arrivata sul mercato, mentre il 48% non ha idea se serva o no. Tra i farmacisti il 17% afferma che è molto difficile o difficile avere la pillola, e la maggioranza di questi afferma che la difficoltà è proprio ottenere la ricetta. A questi si aggiunge un 18% del campione che ha dichiarato che non darà la pillola senza ricetta, anche se la legge lo prevede. "Non bisogna dimenticare che la contraccezione d'emergenza è l'ultimo baluardo prima dell'interruzione di gravidanza - ha ricordato Giulia Di donato dell'Osservatorio sulla salute della donna (Onda) -. Ottenere il farmaco non è una possibilità, è un diritto della donna".

Tra i falsi miti sulla pillola ci sono quelli sulla pericolosità. "In base alla mia esperienza è più pericolosa l'aspirina - sottolinea Emilio Arisi, presidente della società medicina italiana per la Contraccezione -. Inoltre ci sono gravidanze anche se si prende la pillola, questa è la prova che non è abortiva".

 

fonte: ansa

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato