La malattia del Parkinson su Sulle Ali della Salute

Redazione DottNet | 09/02/2016 17:00

Ecco la puntata del prossimo 10 febbraio di Sulle Ali della Salute, con particolare attenzione alle terapie oggi disponibili.

Nella prossima puntata di Sulle Ali della Salute tratteremo La malattia di Parkinson, una patologia neurodegenerativa, cronica, che sempre più di frequente è presente nella vita di tante persone e delle loro famiglie. L’Organizzazione Mondiale della Sanità prevede che, anche a causa dell’innalzamento dell’età media della popolazione, entro i prossimi 25 anni ci sarà un raddoppio delle persone colpite da questa malattia. Non vi è cura per il Parkinson, e i suoi sintomi sono trattati principalmente con approcci farmacologici, che sono molto efficaci nei primi anni, per poi avere meno successo nel controllare i sintomi, soprattutto quelli motori. Quasi inesorabilmente, ad un certo punto del suo decorso, la malattia presenta fluttuazioni motorie e discinesie (cioè movimenti non volontari), che sono in genere assai più invalidanti del tremore, della rigidità e del rallentamento motorio, già presenti nelle fasi iniziali della malattia.

Oggi esistono diversi approcci di trattamento che vanno oltre l’impiego di farmaci, principalmente sono la Stimolazione Cerebrale Profonda (o “DBS”, da Deep Brain Stimulation), molto efficace per il tremore, e – arrivata in epoca più recente - la Stimolazione Periferica Meccanica Automatizzata (o “AMPS”, da Automated Mechanical Peripheral Stimulation), una tecnica di stimolazione cutaneo-plantare erogata attraverso un sistema chiamato “Gondola”, cioè attraverso un dispositivo medico ad uso domiciliare che consente una facilitazione del cammino e correzione del “freezing della marcia”, uno dei sintomi più disabilitanti: il paziente improvvisamente sente i piedi incollati a terra, non riesce a muoverli, risultando impedito il passo; è una istantanea assenza di iniziativa motoria, che può presentarsi all’avvio del cammino o anche durante lo stesso, e che causa difficoltà deambulatorie invalidanti ed elevato rischio di cadute; inoltre il freezing determina una progressiva esclusione del paziente dalle attività sociali, a causa dell’evidente problema motorio, che, nella maggior parte dei casi, viene ulteriormente aggravato da meccanismi psicologici quando il paziente si sente osservato. L’inserimento nel piano terapeutico del dispositivo Gondola® talvolta permette addirittura una riduzione della posologia farmacologica con miglioramento della Qualità di Vita del soggetto.

Riassumendo, un aspetto interessante è che la medicina moderna offre al soggetto parkinsoniano svariati trattamenti che non sono l’uno alternativo all’altro, ma da interpretare come terapie da mettere in opera in modo integrato in funzione delle esigenze del singolo paziente.

Tutto ciò ne parleremo nel “ … salotto buono della medicina“, a partire dalla diretta nazionale, Mercoledì 10 Febbraio a  “Sulle Ali della Salute“ in onda su Canale Italia 83 e SKY can. 913 dalle 20 alle 21 dove potrete fare tutte le domande del caso telefonando ai Ns. ospiti che sono:

Professor Mauro Porta, responsabile del Centro Malattie Extrapiramidali e Sindrome di Tourette all'IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi - Milano, Dott.ssa Chiara Previsti - Fisioterapista esperta in riabilitazione neurologica, Centro di FKT La Panacea Copparo - Ferrara, Dott.ssa Roberta Ravenni Neurologo esperto in disordini del movimento, Dipartimento di Neuroscienze, Azienda ULSS 18 Rovigo

Il programma sarà visibile in Diretta, Mercoledì 10 Febbraio dalle ore 20 su CANALE ITALIA 83 e su SKY CANALE 913

In replica Giovedì 11 Febbraio dalle 23 su Canale Italia 4, Sabato 13 Febbraio su ITALIA 135, e Domenica 14 Febbraio dalle 24 ancora su CANALE ITALIA 4

Per ogni informazione e per rivedere le puntate, è disponibile il sito web ufficiale della trasmissione www.sullealidellasalute.it e le app per Android e iOS scaricabili gratuitamente dagli store.

Comunicato stampa SADS 9/2/16

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato