Parafarmacie, il modello italiano di distribuzione va tutelato

Redazione DottNet | 21/02/2016 15:48

Convention Bologna: occorre difendere il professionista e valorizzare il merito

Difendere il farmacista professionista, valorizzare il merito e tutelare il modello italiano di distribuzione del farmaco dall'attacco di chi ha nel profitto il suo solo interesse. E' l'appello che partirà dalla mobilitazione delle parafarmacie italiane, che faranno fronte comune in una convention che ha l'obiettivo di "arginare i provvedimenti che il governo sta mettendo a punto con il disegno di legge Concorrenza". Il raduno dei professionisti del Centro Nord si terra' domenica a Bologna, all'hotel Airport.

"Il nostro appello ha l'obiettivo di irrobustire il fronte di chi sostiene che non si può rivoluzionare il modello italiano di distribuzione del farmaco prescindendo dalla nostra realtà: in qualità di Farmacisti iscritti ad un ordine professionale continueremo a rivendicare i nostri diritti e le nostre legittime aspettative", dichiara il presidente della Federazione Nazionale delle parafarmacie, Davide Gullotta. "E' necessario difendere il farmacista professionista che lavora nella parafarmacia, quella di quartiere così come quella sotto casa, le cui sorti ieri come oggi dipendono dalle pressioni di lobby unicamente impegnate a difendere i propri interessi economici e commerciali".

"Il nostro principale interesse - conclude Gullotta - e' la salute del cittadino, la cui unica garanzia di tutela e' data dai titoli di chi esercita e non dalle mura dove la professione si esercita

 

fonte: fe. parafarmacie