Roma, farmacie in difficoltà col blocco del traffico

Redazione DottNet | 23/02/2016 14:14

Senza risposta le richieste di esonero per i farmacisti di turno fatte al Commissario Francesco Paolo Tronca. Il presidente di Federfarma Roma, Vittorio Contarina: «Se il nostro appello resta inascoltato, non resta che sperare nella puntualità dei mezzi pubblici, altrimenti non potremo garantire il rispetto degli orari d'apertura»

Se il comune di Roma non esonera dal blocco del traffico i farmacisti che domenica prossima saranno di turno, potrebbero registrarsi ritardi nell’apertura delle farmacie capitoline. E’ l’avvertimento lanciato ieri da Federfarma Roma davanti al silenzio con cui il Municipio continua a replicare alle sue richieste: «Nelle scorse settimane» spiega Vittorio Contarina, presidente dell’associazione titolari della provincia «avevamo scritto due Pec al commissario Tronca per chiedere l'esonero dei farmacisti dal blocco del traffico programmato per domenica 28 febbraio, ma non ci è stata data alcuna risposta. Ora aspettiamo la pubblicazione dell'ordinanza con le categorie escluse dal provvedimento, ma constatiamo che il comune ha già provveduto a esentare diversi lavoratori, come i commercianti dei mercatini domenicali».

Ai farmacisti, invece, non è stato riservato lo stesso trattamento. «Con tutto il rispetto per i commercianti» commenta Contarina «ricordo che noi svolgiamo un servizio di pubblica utilità. Vorremmo essere messi in condizione di farlo serenamente, nell'interesse dei nostri concittadini». Se invece il comune non concederà l’esonero, i farmacisti dovranno accontentarsi dei mezzi pubblici: «Nel caso dovremo sperare che domenica siano puntuali» conclude il presidente dei titolari romani «altrimenti non potremo garantire il rispetto degli orari d'apertura dei nostri esercizi».

 

fonte: federfarma

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato