Enpam: investire in alloggi fuori sede. Contributi dal quinto anno

Redazione DottNet | 23/02/2016 18:16

Oliveti, l'idea è il sostegno logistico ai 'cervelli' anche all'estero. Gli studenti potranno versare i contributi dal quinto anno dell'Università

Investimenti nella "residenzialità degli studenti fuori sede", per garantire un "sostegno logistico ai nostri 'cervelli' sia in Italia, sia all'estero". E' il piano cui sta lavorando l'Enpam, l'Ente previdenziale di medici e dentisti, anticipato dal presidente Alberto Oliveti, a margine di un incontro con alcuni parlamentari per discutere della norma contenuta nella Legge di Stabilità che permette ai laureandi in Medicina (al quinto anno) l'iscrizione facoltativa alla Cassa. "Siamo molto attenti a creare un terreno favorevole allo sviluppo della ricerca - prosegue - perciò l'idea è quella di fornire a chi va a formarsi lontano dal proprio luogo d'origine un supporto abitativo, sotto forma di affitto agevolato, nella speranza - conclude Oliveti - che ritrovi in Italia condizioni favorevoli tali da esserne attratto".

 

Tra e altre novità da segnalare la possibilità di iscriversi all'Enpam (Ente previdenziale di medici ed odontoiatri) per i futuri 'camici bianchi' al V anno di Medicina: si tratta di "un atto innovativo" visto che potranno, infatti, "entrare dalla porta principale, versando una quota di poco superiore ai 100 euro all'anno", senza aspettare l'abilitazione professionale, e "usufruire dei diritti previdenziali ed assistenziali". Ad esempio, in caso di "eventi devastanti, come l'inabilità a poter praticare la professione, si avrebbe diritto a ricevere 15.000 euro all'anno per sé" e, nella peggiore delle ipotesi, la famiglia potrà accedere "alla pensione di reversibilità".

 

Così il presidente dell'Enpam, Alberto Oliveti, ha illustrato nel corso di un incontro con alcuni parlamentari i contenuti della norma della Legge di Stabilità 2016, che prevede un'iscrizione facoltativa per chi sta completando il percorso universitario per diventare medico. Nel contempo, ha ricordato, chi aderirà potrà godere delle misure assistenziali fornite dalla Cassa, come la copertura qualora per calamità naturali si subissero danneggiamenti alla casa o allo studio, o l'opportunità di ottenere mutui agevolati, grazie alle iniziative avviate anche per l'anno in corso (100 milioni stanziati col nuovo bando, che lascia una 'corsia preferenziale' ai giovani con meno di 35 anni che lavorano con Partita Iva e sono soggetti al regime dei minimi, ndr). Il contributo degli studenti potrà essere sostenuto dall'Enpam, e rimborsato dopo l'ingresso nel mondo del lavoro, ha spiegato Oliveti, "con prestiti d'onore".

 

 

Fonte: enpam