Ticket farmaci: aumenta la partecipazione dei cittadini

Redazione DottNet | 27/02/2016 12:01

Continua a galoppare spesa ospedaliera, supera tetto per 1,6 mld

Continua ad aumentare la compartecipazione totale dei cittadini alla spesa farmaceutica, che sfiora 1,4 miliardi ed è aumentata dell'1,3% in un anno. A pesare però è la differenza pagata sul prezzo del farmaco a brevetto scaduto rispetto al prezzo di riferimento, mentre il ticket sulle confezioni vede una riduzione complessiva del 4,6%, anche se con molte differenze regionali. E' quanto emerge dal monitoraggio della spesa farmaceutica regionale dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) relativa ai primi 11 mesi del 2015.

Non è una novità ma non per questo è meno preoccupante: la spesa farmaceutica ospedaliera continua a galoppare, ignorando tetti di spesa e minacciando sempre di più i conti pubblici. Da gennaio a novembre del 2015 ha toccato quota 5,1 miliardi, superando di ben 1,6 miliardi il tetto imposto del 3,5% sul Fondo Sanitario Nazionale. Un profondo rosso per tutte le regioni, esclusa la Provincia autonoma di Trento.

La spesa farmaceutica territoriale, cioè relativa ai medicinali di fascia A, invece, supera di solo lo 0,3% il tetto previsto dell'11,35% sul Fondo e si attesta a quota 11,6 miliardi. Merito soprattutto delle regioni virtuose del nord: le province di Bolzano e Trento, Valle d'Aosta, Piemonte, Veneto, Lombardia, Friuli, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Umbria. Le restanti invece il tetto lo superano e in particolare la maglia nera va alla Sardegna (dove la spesa è pari al 14,68% del fondo).

 

 

fonte: aifa

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato