L’osteodistrofia epatica nelle infezioni del virus dell’epatite B

Infettivologia | Medical Information Dottnet | 04/03/2016 17:14

La positività all’antigene di superficie del virus dell’epatite B è risultata associata a densità minerale ossea più bassa negli uomini.

L’osteodistrofia epatica è stata riportata in pazienti affetti da varie malattie epatiche croniche tra cui la cirrosi epatica, ma non è stata opportunamente studiata in pazienti con infezione del virus dell'epatite B.

L'obiettivo dello studio di Baeg et al. è stato stabilire l'associazione tra positività all’antigene di superficie dell'epatite B (HBsAg) e densità minerale ossea (bone mineral density, BMD) in una popolazione normale.

Sono stati inclusi nello studio 11.306 soggetti in cui sono stati valutati i livelli di HBsAg e la BMD e i soggetti HBsAg-sieropositivi (+) sono stati confrontati a quelli HBsAg-sieronegativi (-). La BMD è stata misurata a livello del tratto lombare della colonna vertebrale e del femore attraverso assorbimetria a raggi X a doppia energia ed è stata effettuata un’analisi di regressione logistica multivariata.

Dei partecipanti 423 (3,7%) erano HBsAg (+), di cui 153 donne in pre-menopausa (3,4%), 83 in post-menopausa (3,5%) e 187 di sesso maschile (4,2%). L’analisi di regressione logistica multivariata, corretta per età e indice di massa corporea, ha evidenziato che i soggetti HBsAg (+) di sesso maschile avevano densità minerale ossea del collo femorale significativamente più bassa rispetto ai soggetti HBsAg (-) di sesso maschile (0,810±0,009 rispetto a 0,827±0,002 g/cm², p= 0,035). Ulteriori correzioni per la circonferenza della vita, fumo, alcol, esercizio fisico, reddito, occupazione e livelli di vitamina D hanno mostrato che gli HBsAg (+) di sesso maschile avevano una BMD significativamente più bassa del collo del femore (0,810±0,010 rispetto a 0,831±0,002 g/cm², p=0,032) e del tratto lombare (0,953±0,011 in confronto a 0,974±0,003 g/cm², p=0,049) rispetto ai HBsAg (-) di sesso maschile.

In conclusione, la sieropositività all’HBsAg è risultata significativamente associata ad una più bassa densità minerale ossea negli individui di sesso maschile. Sono necessari futuri studi prospettici a lungo termine in riferimento ai marcatori del turnover osseo e agli ormoni per comprendere meglio la fisiopatologia e il significato clinico dell’osteodistrofia epatica correlata al virus dell’epatite B.

Riferimenti bibiliografici:

Baeg MK, Yoon SK, Ko SH, Han KD, Choi HJ, Bae SH, Choi JY, Choi MG. Males seropositive for hepatitis B surface antigen are at risk of lower bone mineral density: the 2008-2010 Korea National Health and Nutrition Examination Surveys. Hepatol Int. 2016 Feb 5.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato