Pillola 5 giorni dopo, il 50% delle italiane non sa come si acquista

Redazione DottNet | 08/03/2016 19:33

Il nuovo contraccettivo d'emergenza si compra senza ricetta

Quasi 7 donne europee, e italiane, su 10 sono consapevoli che la contraccezione d'emergenza è un'opzione per gestire il rischio di una gravidanza non pianificata dopo un rapporto non protetto o il fallimento del metodo contraccettivo. Ma quasi la metà delle italiane è ancora convinta che per acquistare la nuova 'pillola dei 5 giorni dopo' (ulipristal acetato) ci si debba rivolgere al medico per la prescrizione, nonostante con il via libera di Ema (Agenzia europea per i medicinali) e Aifa (agenzia italiana del farmaco) il nuovo contraccettivo di emergenza possa essere acquistato senza ricetta e direttamente in farmacia se non si è minorenni.  Inoltre, se il farmacista lo segnalasse, circa 8 italiane su 10, preferirebbero avere il farmaco più efficace e lo sceglierebbero anche se costasse di più rispetto a un vecchio preparato.

Questi alcuni dei dati della ricerca "Donne, sesso e contraccezione d'emergenza. Comportamenti in Europa e in Italia nel 2016" condotta dalla filiale francese della società di ricerche e sondaggi d'opinione Harris Interactive a febbraio in 20 Paesi europei su 4.500 donne tra i 16 e i 35 anni. Dalla ricerca emerge anche spontaneità e una relazione amorosa sicura sono per le europee strategie vincenti per una vita sessuale soddisfacente. "Con la spontaneità c'è spesso il rischio di gravidanza non pianificata, e questo spiegherebbe anche il perché in tutta Europa il 45% di tutte le gravidanze sono indesiderate - spiega Emilio Arisi, presidente della Società Medicina Italiana per la Contraccezione (Smic) - la contraccezione d'emergenza può essere una scelta intelligente, efficace che non deve mai sostituirsi a una forma regolare di contraccezione. Informare correttamente permette di avere un accesso rapido al prodotto". Dalla ricerca è emerso anche che le più attive sessualmente sono le finlandesi, ma le italiane, insieme a spagnole, greche e portoghesi sono le più fantasiose.