Risultati del trattamento pre-trapianto con amiodarone

Cardiologia | Medical Information Dottnet | 18/03/2016 13:13

L'assunzione di amiodarone a lungo termine prima del trapianto di cuore ha ridotto la fibrillazione atriale precoce post-trapianto.

L’amiodarone è un farmaco antiaritmico utilizzato frequentemente in pazienti con insufficienza cardiaca allo stadio terminale. Data la lunga emivita, l'uso pre-trapianto di amiodarone è stato ampiamente dibattuto, portando a risultati divergenti in merito alla morbilità e alla mortalità dopo trapianto di cuore (heart transplantation, HTX).

L’obiettivo dello studio retrospettivo è stato stabilire gli effetti dell'uso a lungo termine di amiodarone prima di HTX sulla fibrillazione atriale (FA) precoce post-trapianto e la mortalità dopo HTX.

Un totale di 530 pazienti, con età a partire da 18 anni e sottoposti a HTX tra giugno 1989 e dicembre 2012, sono stati inclusi nello studio. I pazienti che hanno assunto amiodarone a lungo termine prima del HTX (≥ 1 anno) sono stati confrontati ai pazienti non trattati con amiodarone a lungo termine (non assunzione di amiodarone o trattamento < 1 anno). Gli outcome primari sono stati la FA precoce post-trapianto e la mortalità dopo il HTX. Lo stimatore di Kaplan-Meier con test log-rank è stato impiegato per l’assenza di FA precoce post-trapianto e la sopravvivenza.

Dei 530 pazienti, 74 (14,0%) hanno ricevuto la terapia con amiodarone a lungo termine, con una durata media di 32,3±26,3 mesi. La dose giornaliera media è stata di 223,0±75,0 mg. Le indicazioni hanno incluso la FA, la sindrome di Wolff-Parkinson-White, la tachicardia ventricolare e la fibrillazione ventricolare. I pazienti con uso a lungo termine di amiodarone prima di HTX avevano percentuali significativamente più basse di FA post-trapianto precoce (p=0,0105). Inoltre, l'analisi di Kaplan-Meier per l’assenza di FA precoce post-trapianto ha mostrato percentuali significativamente più basse di FA in questo gruppo (p=0,0123). Non è stata riscontrata alcuna differenza statisticamente significativa tra i pazienti con e senza precedente assunzione a lungo termine di amiodarone prima di HTX ad 1 anno (p=0,8596), 2 anni (p=0.8620), 5 anni (p=0,2737) o per il follow-up complessivo per mortalità dopo HTX (p=0,1049). Inoltre, l'analisi di sopravvivenza di Kaplan-Meier non ha mostrato alcuna differenza statisticamente significativa nella sopravvivenza globale (p=0,1786).

L'impiego a lungo termine di amiodarone nei pazienti prima di HTX ha significativamente ridotto la FA post-trapianto precoce e non è risultato associato ad aumento della mortalità dopo HTX.

Riferimenti bibliografici:

Rivinius R, Helmschrott M, Ruhparwar A, Schmack B, Erbel C, Gleissner CA, Akhavanpoor M, Frankenstein L, Darche FF, Schweizer PA, Thomas D, Ehlermann P, Bruckner T, Katus HA, Doesch AO. Long-term use of amiodarone before heart transplantation significantly reduces early post-transplant atrial fibrillation and is not associated with increased mortality after heart transplantation. Drug Des Devel Ther. 2016 Feb 16;10:677-86.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato