BMS, Tropea a capo unità cardiovascolare-metabolismo

Aziende | Redazione DottNet | 13/01/2009 22:17

Nuovi incarichi in Bristol-Myers Squibb Italia. Maurizio Tropea è stato nominato senior director della Business unit Cardiovascular/Metabolics, a partire da gennaio 2009. Una decisione - riferisce una nota Bms - che rientra nella riorganizzazione della squadra aziendale perseguita da Pierluigi Antonelli, presidente e amministratore delegato dell'azienda, "in linea con il modello organizzativo Emea e con la nuova strategia BioPharma".
 

Tropea, 49 anni, 2 figlie, è biologo, laureato all'Università di Bologna, originario di Cosenza ma da diversi anni residente a Roma. Nel team italiano da oltre 20 anni - prosegue il comunicato - vanta numerosi successi nei business oncologia e Hiv e, recentemente ha guidato l'ingresso di Bristol-Myers Squibb Italia in due nuove aree strategiche, ematologia ed epatite B, con il lancio dei farmaci dasatinib ed entecavir, entrambi sviluppati nei centri di R&S di Bristol-Myers Squibb. "In questi anni, Bms ha avuto modo di apprezzare l'ampia e solida competenza manageriale di Maurizio Tropea, che si distingue per le capacità di guidare la performance e di trasmettere energia ed entusiasmo nel perseguimento degli obiettivi", ha commentato Antonelli. "Elementi - ha aggiunto - che lo portano oggi alla guida della Business unit Cardiovascular and Metabolics in procinto di affrontare nuove sfide di mercato sia in nuovi segmenti sia nel business già consolidato". La nomina di Tropea - prosegue il comunicato - si inserisce nella più ampia strategia di trasformazione dell'azienda in una BioPharma Company di nuova generazione, capace di rispondere alle nuove sfide del mercato coniugando le dimensioni globali con la flessibilità e l'approccio interfunzionale. All'interno di questo disegno strategico, che avrà un profondo impatto anche sul complesso dei valori dell'azienda, a Tropea - ricorda l'azienda - è stato recentemente assegnato a livello Emea l'incarico di Cultural Ambassador nell'ambito delle iniziative di trasformazione della cultura di Bms.
"Ho accettato con grande entusiasmo di ricoprire un ruolo così centrale nel processo di transizione che riguarda Bristol-Myers Squibb, azienda per la quale da anni mi impegno al massimo", ha dichiarato Tropea."Rispondere alle sfide sempre più complesse del settore farmaceutico, in questa fase e in questo contesto economico, richiede un'organizzazione agile in grado di anticipare le esigenze e di rispondervi nel modo più mirato possibile; vedermi riconoscere questa capacità non può che aumentare la mia motivazione ad affrontare con successo le profonde trasformazioni che riguarderanno la nostra azienda". "In Bristol-Myers Squibb - commenta infine Alessandro Merlino, direttore Risorse umane Italia - è in atto una significativa revisione organizzativa secondo i principi di talent management che sono una priorità nell'area dello sviluppo delle risorse umane. In questo quadro, la nomina di Tropea è un importante tassello per affrontare con successo le importanti sfide strategiche del nostro gruppo.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato