Al via il progetto Farmacie per il disagio

Redazione DottNet | 22/03/2016 15:18

Per malattie sfibranti o con terapie invasive

Dal cancro all'endometriosi, dal lupus eritematoso alle ustioni, fino al morbo di Crohn e l'artrite reumatoide: sono tante le malattie sfribranti o le terapie invasive cui costringono i pazienti. A loro e' rivolto il progetto di farmacia per il disagio, chiamato 'Oltre la cura', che prendera' il via a Cosmofarma, in programma a Bologna dal 15 al 17 aprile. A renderlo noto e' Federfarma dal suo sito.

L'obiettivo e' offrire ai titolari delle farmacie orientamenti e indicazioni su come aprire un reparto riservato ai pazienti che devono affrontare terapie invasive o patologie che mettono a dura prova fisico e psiche, e per le quali il farmacista puo' diventare un punto di riferimento professionale e umano. Il progetto si articolera' in cinque sessioni dedicate a dermocosmesi, alimentazione, estetica professionale, medicine complementari, make-up e supporto psicologico. Per ogni modulo e' prevista la presenza di relatori provenienti dal mondo medico, dalla farmacia e dalle aziende, che presenteranno prodotti e soluzioni dedicate.