Scaccabarozzi: aumenta la produzione farmaceutica in Italia

Redazione DottNet | 12/04/2016 14:07

E Novartis investe 40 milioni nello stabilimento napoletano

La produzione farmaceutica in Italia è cresciuta nel periodo 2010/2015 del 10%, a fronte di un calo registrato nell'intero settore dell'industria manifatturiera del -7%. Anche per questo l'export farmaceutico è oggi al terzo posto a livelli nazionale. Sono i dati emersi nel corso del roadshow di Farmindustria ''Innovazione e produzione di valore. L'industria del farmaco: un patrimonio che l'Italia non può perdere'' presso lo stabilimento di Novartis Farma di Torre Annunziata (Napoli).

A renderli noti il presidente nazionale di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi: «Dati confermati - aggiunge - dall'Istat nei primi due mesi del 2016. A gennaio la produzione farmaceutica è cresciuta rispetto all'anno scorso del 5%, crescita confermata a febbraio, con un dato sul bimestre del +3,5% rispetto alla crescita del 2,5% dell'industria manifatturiera».

Quaranta milioni di euro per gli anni 2015/2017: è quanto investirà la Novartis nello stabilimento di Torre Annunziata (Napoli). Ad annunciarlo è Angela Bianchi, responsabile della comunicazione di Novartis Italia nell'ambito dell'iniziativa ''Innovazione e produzione di valore. L'industria del farmaco: un patrimonio che l'Italia non può perdere''.  ''Un sito - sostiene Bianchi riferita sempre alla sede Novartis di Torre Annunziata - altamente tecnologico che produce farmaci destinati al mercato mondiale''.  Nello stabilimento della provincia di Napoli è stata avviata la produzione di un medicinale innovativo per lo scompenso cardiaco che andrà in 110 nazioni a beneficio di 25 milioni di pazienti.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato