Sclerosi multipla, parte palestre all'aperto per la campagna nazionale

Redazione DottNet | 04/05/2016 16:01

Comincia a Napoli l’iniziativa patrocinata da AISM - Associazione Italiana Sclerosi Multipla e della SINW - e Scuola Italiana di Nordic Walking

Il lungomare di Napoli si trasforma per un giorno in una “palestra” della salute per moltissimi pazienti colpiti da sclerosi multipla, ma anche per le centinaia di cittadini che vorranno sostenere la partenza del Tour Nordic Tales. Giovedì 5 maggio alle 17.30 (appuntamento alla Colonna Spezzata di Piazza Vittoria) prende vita l’iniziativa patrocinata da AISM - Associazione Italiana Sclerosi Multipla e della SINW - Scuola Italiana di Nordic Walking, dalla Città di Napoli e con il supporto non condizionato di Sanofi Genzyme.

Perché il Nordic Walking lo spiega Luigi Lavorgna, neurologo del Policlinico di Napoli e del  Centro Sclerosi Multipla della Seconda Università nonché anima del progetto : «E’ uno sport che ha validità riabilitativa nei pazienti affetti da sclerosi multipla perché, durante questo tipo di camminata, c'è un coinvolgimento attivo di tutti i muscoli, sia degli arti superiori sia inferiori. Inoltre, è uno sport che si può praticare ovunque senza bisogno di palestra e/o strutture, basta solo scegliere un posto piacevole. Sono entusiasta di partecipare a questa iniziativa che per la prima volta fa tappa a Napoli. Cammineremo in tanti per far conoscere questa patologia, che nella sola Campania riguarda oltre 5.000 persone».

La partecipazione è gratuita e aperta a tutti e la durata prevista è di circa un’ora, sulla base delle esigenze dei partecipanti. La Scuola Italiana Nordic Walking è presente con istruttori specificamente formati per seguire persone con SM, per insegnare la tecnica di utilizzo delle bacchette e guidare la camminata sul Lungomare Caracciolo.

«Dal 2015 sosteniamo con entusiasmo il progetto Nordic Tales, insegnando e accompagnando nelle camminate persone con diversi livelli di disabilità,” afferma Pino Dellasega, istruttore e presidente della Scuola Italiana di Nordic Walking. “Il Nordic Walking è un’attività fisica adatta a tutti e completa, in quanto interessa fino al 90% della muscolatura. Per chi, come noi, lo pratica con passione da tanti anni, però, non è solo questo: è soprattutto un viaggio interiore, a contatto con gli altri e la natura, per conoscersi meglio e affrontare le sfide della quotidianità».

La sclerosi multipla è una malattia neurodegenerativa che minaccia l’equilibrio e la stabilità dei movimenti delle persone che ne sono affette; in Italia sono circa 72.000. Il Nordic Walking si è rivelato adatto a questa patologia grazie all’utilizzo dei bastoncini da camminata e allo spirito di gruppo che lo accompagna. Per questo motivo, AISM – Associazione Italiana Sclerosi Multipla sostiene l’iniziativa, quale momento di aggregazione e attività fisica all’aria aperta, elementi fondamentali per una migliore qualità di vita per le persone che convivono con la patologia.

La camminata di Napoli sarà ripresa anche sul social network dedicato alla sclerosi multipla SMsocialnetwork con una diretta streaming. È anche possibile contribuire con testi, immagini o video attraverso i canali social come Twitter e Facebook con l’hashtag #nordictales.

Le prossime tappe saranno: a Cosenza il 14 maggio, a Milano il 17 maggio, a Siena il 4 giugno, a Torino il 6 giugno, a L’Aquila il 10 giugno a Roma il 24 giugno.

In previsione della Giornata Mondiale dedicata alla patologia (25 maggio), Sanofi Genzyme ha avviato alcune iniziative a favore delle persone con sclerosi multipla. Tra queste si può ricordare “The World vs.MS”, una campagna  europea nata per far incontrare i bisogni quotidiani di chi convive con questa patologia con le idee e le soluzioni degli innovatori di tutta Europa.

Fino al 29 maggiosul sito theworldvsms.com/itè possibile condividere le sfide e le necessità quotidiane della comunità di persone che convivono con la sclerosi multipla. La seconda fase da luglio: gli innovatori saranno chiamati a trovare soluzioni per questi bisogni. In palio 100mila euro per sviluppare l’idea vincente, in collaborazione con l’organizzazione non profit Sclerosi Multipla Irlanda.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato