Sacconi a Dottnet: lavoro e malato oncologico, le novità

Redazione DottNet | 21/05/2016 12:22

Maurizio Sacconi interviene sul problema lavoro e malattia, sull'importanza di evitare le discriminazioni


''Con il recente IV decreto attuativo del Jobs act – dice il presidente della Commissione Lavoro del Senato, Maurizio Sacconi (clicca qui per la video intervista) - si prevede il diritto alla trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno in part time non solo per i malati di gravi patologie cronico-degenerative, ma anche nel caso le malattie interessino il coniuge, i figli o i genitori del lavoratore''.

A maggio si è svolta una campagna di sensibilizzazione, indetta dalla presidenza del Consiglio dei ministri e promossa dal dipartimento politiche europee. con l'obiettivo, quest'anno, di "informare sulle opportunità e sulle tutele di cui possono disporre i lavoratori che sono affetti da patologie oncologiche e di sensibilizzare le imprese e l'opinione pubblica per condurle verso un approccio più consapevole e non discriminatorio".

 Per il 97% dei malati e' importante continuare a lavorare, ma si può stimare che oltre 274mila hanno perso il lavoro tra licenziati, 'dimissionati', costretti a cessare l'attività oppure a lasciare il lavoro a seguito dell'insorgenza della malattia e di questi quasi 85mila solo negli ultimi cinque anni.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato