Lazio: garante detenuti, subito osservatorio permanente salute

Odontoiatria | Redazione DottNet | 19/01/2009 12:42

Istituire immediatamente l'Osservatorio regionale permanente sulla salute di detenuti ed internati, a tutela e garanzia del pieno diritto alla salute anche di questa categoria sociale. E' la proposta che il Garante regionale dei diritti dei detenuti del Lazio, Angiolo Marroni, ha presentato al presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo.

 

Alla base della richiesta del Garante, si sottolinea in una nota, ''le notizie giunte da diverse carceri del Lazio che evidenziano numerose disfunzioni nel funzionamento delle strutture e dei servizi sanitari per i detenuti".
Disfunzioni in parte legate al passaggio, spiega Marroni, dal 1 ottobre scorso, delle competenze sanitarie nelle carceri dal ministero della Giustizia ai Servizi sanitari regionali, e da questi alle Asl. In virtù di ciò, le aziende sanitarie devono occuparsi di fornire servizi sanitari anche ai detenuti. Per fare qualche esempio dei disagi rilevati "a Velletri, il gabinetto odontoiatrico non funziona da quattro mesi perché manca una autoclave: il dentista c'è ma non può lavorare. Le cure odontoiatriche sono tra le più richieste in carcere, e la loro mancanza può originare di altre patologie". E ancora. "A Frosinone si registrano lunghi tempi di attesa per i ricoveri esterni in ospedali; a Rebibbia Penale, la radiologia è da tempo chiusa. A Viterbo, il personale medici ed infermieristico non recepisce lo stipendio dal mese di ottobre e mancano numerosi ed importanti farmaci''.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato