La farmacia al servizio della corretta alimentazione

Redazione DottNet | 05/07/2016 14:17

Oltre 4mila le farmacie aderenti, 40mila visitatori

Più di 40mila visitatori, oltre 15mila test della Piramide alimentare effettuati online, 4mila farmacie aderenti. Sono i numeri di un anno di Curarelasalute, il programma di sensibilizzazione e informazione per la corretta alimentazione che torna anche per il 2016 grazie al contributo incondizionato di Pfizer Consumer Healthcare. Patrocinata da Adi, Federfarma, Fofi, Simg e Centro studi e ricerche sull’obesità dell’Università degli studi di Milano, la campagna ha la propria colonna portante nel sito web www.curarelasalute.com, dove i navigatori possono sottoporsi in modalità interattiva al test della Piramide alimentare oppure consultare le varie aree del sito per ricevere i giusti suggerimenti su alimentazione e stili di vita.

Informazioni e consigli anche nel materiale divulgativo distribuito ai clienti dalle 4mila farmacie aderenti, che una volta di più hanno riaffermato la propensione all’ascolto e all’orientamento dei presidi dalla croce verde. «Federfarma ha deciso di sostenere il progetto Curare la Salute» spiega Annarosa Racca, presidente di Federfarma «dalle origini ad oggi, perché riconosce alla farmacia un ruolo fondamentale nell’orientare i cittadini nei percorsi di terapia farmacologica e più in generale sui temi della salute, dell’alimentazione e dell’integrazione». «I risultati raccolti grazie ai 15mila test della Piramide alimentare effettuati sul sito» osserva Ornella Parma, direttore Medical affairs di Pfizer Consumer Healthcare «ci hanno consentito si scattare una fotografia delle abitudini alimentari degli italiani».

L’immagine che ne risulta non è confortante: solo due italiani su dieci consumano il giusto quantitativo di frutta e solo tre su dieci quello corretto di verdura. E molto basso risulta anche il consumo quotidiano di latte e derivati. «Gli italiani credono di mangiare bene ma non è così» commenta Michele Carruba, direttore del Centro studi e ricerche sull’Obesità dell’Università degli Studi di Milano «il 21% della popolazione per esempio non ha un corretto apporto di vitamina D, un micronutriente fondamentale per la salute delle nostre ossa e del nostro sistema immunitario».

Nel comitato scientifico di Curarelasalute figurano, oltre a Carruba e alla presidente Racca, Luigi Canciani, responsabile nazionale Area prevenzione ed educazione alla salute della Simg (Società italiana di medicina generale), Francesco Carlo Gamaleri, componente del Consiglio direttivo dell’Ordine dei farmacisti di Milano, Lodi e Monza e Brianza e Paolo Vintani, vicepresidente di Federfarma Milano.

fonte: federfarma

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato