Al via il più grande studio italiano sull'ipotiroidismo

Redazione DottNet | 19/07/2016 20:41

Sarà basato su oltre 1200 persone, valuterà l'appropriatezza delle cure

Partirà a breve TIAMO ("Terapia dell'Ipotiroidismo nell'Ambito della Medicina Interna"), il più esteso studio mai realizzato in Italia sull'ipotiroidismo. Lo annuncia il FADOI, Federazione delle Associazioni dei Dirigenti Ospedalieri Internisti, fra i promotori dell'iniziativa, sottolineando che la ricerca coinvolgerà 20 centri in tutta la penisola ed oltre 1200 persone, con i primi risultati previsti per maggio 2017.

"Lo studio è stato ideato - spiega Mauro Campanini, Presidente Nazionale FADOI - mettendo al centro dell'attenzione l'appropriatezza che non va intesa solo come appropriatezza prescrittiva da parte dei medici ma anche come appropriatezza, da parte dei pazienti, nell'assumere farmaci e seguire le terapie, e questo è questo quello che vuole appurare lo studio TIAMO per comprendere dove e come possiamo migliorare il trattamento delle persone ipotiroidee".

L'ipotiroidismo colpisce circa una persona su 25 e il più delle volte è causato da una tiroidite cronica autoimmune e può essere associato ad altre malattie autoimmuni tra cui diabete mellito di tipo 1 e celiachia o ad aumento del rischio di sviluppare un cancro alla tiroide. Spesso causa di aumento di peso, gonfiore, stitichezza, alterazioni del ritmo cardiaco, turbe mestruali, depressione dell'umore, astenia, sensibilità al freddo, l'ipotiroidismo condiziona la qualità della vita di una persona"

 

 

fonte: ansa

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato