Cergas, nel 2016-2018 stabile il mercato del farmaco rimborsabile

Farmacia | Redazione DottNet | 04/09/2016 15:23

Aumento quest’anno dello 0,3% (sul 2015), nel 2017 dello 0,2% e l’anno dopo dello 0,4%

Secondo la stima che arriva dal 36° Report dell’Osservatorio farmaci del Cergas, il Centro ricerche sulla gestione dell’assistenza sanitaria dell’università Bocconi di Milano, nel triennio 2016-2018 il mercato dei farmaci rimborsabili gestito dalle farmacie del territorio dovrebbe rimanere sostanzialmente stabile, con un aumento quest’anno dello 0,3% (sul 2015), nel 2017 dello 0,2% e l’anno dopo dello 0,4%. Lo studio, basato su dati del 2015, propone un’analisi dei diversi trend evidenziati dalla spesa farmaceutica nell’anno passato e alcune proiezioni a breve termine sul triennio entrante.

Le previsioni derivano da alcuni parametri predeterminati: in particolare, invarianza del quadro regolatorio e conferma dei finanziamenti Ssn pianificati dal Governo per i prossimi due anni. Date tali premesse, lo scenario che ne discende riserva alle farmacie segnali di stabilità, con una crescita media annua dello 0,3% tra 2016 e 2018.

Un’analisi dei trend più ravvicinata, invece, rivela andamenti in controtendenza tra loro. La spesa farmaceutica convenzionata, infatti, dovrebbe tracciare una curva a doppia gobba: +0,1% quest’anno, -0,3% il prossimo e +0,1% il successivo. Segno "+" fisso, invece, per la spesa privata che riguarda i farmaci rimborsabili: +2% nel 2016, +1,9% nel 2017 e +2,1% nel 2018. Altra curva ancora per i farmaci con obbligo di ricetta non rimborsabili (fascia C): -2,1% quest’anno, +0,9% il prossimo e +0,1% nel 2018.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato