Le agenzie del farmaco insieme contro l'antibiotico resistenza

Farmaci | Redazione DottNet | 09/09/2016 12:54

Agenzia europea dei farmaci, la Food and drug administration e l'Agenzia giapponese sui farmaci uniscono le forze per fronteggiare un problema sempre più preoccupante.

La lotta contro l'antibiotico-resistenza passa anche dall'uniformare i dati richiesti dalle Agenzie regolatorie dei farmaci di tutto il mondo. Farlo può infatti stimolare la ricerca e lo sviluppo di nuovi farmaci per combattere batteri sempre più resistenti. E' questa una delle conclusioni raggiunte nell'incontro tenutosi nei giorni scorsi dall'Agenzia europea dei farmaci, la Food and drug administration e l'Agenzia giapponese sui farmaci, che hanno deciso di unire le forze per fronteggiare un problema sempre più preoccupante.

Le tre agenzie hanno anche deciso di applicare una certa flessibilità nei requisiti richiesti per i programmi di sviluppo clinico di nuovi agenti antibatterici, in particolare dove le opzioni terapeutiche per i pazienti sono limitate a causa di ceppi batterici resistenti. Si è inoltre ribadito che potrebbe essere appropriato accettare programmi di sviluppo clinico abbreviato per nuovi antibiotici in modo da andare incontro ad esigenze rimaste insoddisfatte a causa dei batteri resistenti.

Nell'ottica di capire somiglianze e differenze tra le rispettive regolamentazioni, le tre agenzie hanno inoltre discusso su come progettare le sperimentazioni cliniche e il monitoraggio delle attività post-autorizzazione, identificando anche alcune aree in cui rafforzare la coordinazione e coordinare gli sforzi.

 

 

fonte: ansa

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato