Federfarma, niente online per farmaci officinali e veterinari

Farmaci | Redazione DottNet | 13/09/2016 13:54

Lo ricorda la Federazione in una nota

E’ consentito vendere al pubblico via internet soltanto i farmaci Sop di fabbricazione industriale, non le formule officinali allestite in farmacia sulla base della Farmacopea ufficiale. E’ quanto ricorda Federfarma nel chiarimento diffuso ieri agli associati in risposta ai quesiti ricevuti in queste settimane da alcune associazioni provinciali. I termini della questione, recita la circolare, «si desumono chiaramente dalla normativa di riferimento»: l’online sui farmaci senza obbligo di ricetta era stato autorizzato dal d.lgs 17/2014, attraverso alcune modifiche al decreto legislativo 219/2006. Quest’ultimo tuttavia, ha per ambito di applicazione i soli farmaci preparati industrialmente, e all’articolo 3 esclude esplicitamente dal proprio campo applicativo formule officinali e magistrali.

Ne consegue, scrive Federfarma, che gli articoli del 219/2006 in cui si tratta di e-commerce farmaceutico si applicano «ai soli medicinali di produzione industriale» e non alle formule officinali, anche se non c’è l’obbligo di ricetta. Per le stesse ragioni, prosegue la circolare, restano fuori dall’online anche i farmaci veterinari, pur’essi estranei al perimetro applicativo del d.lgs 219/2006 (di loro si occupa infatti il decreto legislativo 193/2006). Le precisazioni fornite da Federfarma verranno a breve integrate nel vademecum sull’e-commerce realizzato dalla Federazione per orientare gli associati nelle loro strategie d’impresa.

 

 

fonte: federfarma

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato