Cannabis, arrivano le prime reazioni avverse

Redazione DottNet | 04/10/2016 18:24

Relazione Iss, la maggior parte delle segnalazioni arriva dalla Toscana

Iniziano ad arrivare le prime segnalazioni sulle reazioni avverse alla preparazioni magistrali a base di cannabis per uso medico. Sono 18 quelle giunte al Sistema di sorveglianza delle sospette reazioni avverse ai prodotti di origine naturale dell'Istituto superiore di sanità (Iss), e si riferiscono ad un periodo che va dal giugno 2014 al 30 giugno 2016. Lo spiega la relazione pubblicata sul sito Epicentro dell'Iss.

L'età media dei pazienti è di 52 anni, principalmente di sesso femminile (67%). La maggior parte delle segnalazioni (14 su 18) è arrivata dalla Toscana, due dalla Lombardia, una dalla Liguria e una dall'Abruzzo, e in 16 casi da medici ospedalieri e due da farmacisti. La cannabis è stata usata principalmente per trattare il dolore neuropatico, poi come terapia di supporto e palliativa, per cefalea, inappetenza e dolore oncologico. Le reazioni, in 4 casi gravi, hanno spaziato da quelle di tipo psichiatrico (crisi di panico, allucinazioni visive, stordimento) a quelle dermatologiche (prurito, rossore e gonfiore). In tre casi è stata assunta una dose superiore a quella prescritta.

 

fonte: ansa

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato