Tumori: a 80 centri il bollino blu per le terapie mirate al polmone

Oncologia | Redazione DottNet | 07/11/2016 20:57

Test molecolari per rilevare mutazioni genetiche e cure ad hoc

Ottanta centri italiani ricevono il 'bollino blu' degli specialisti per la qualità dei test per diagnosi più precise e terapie mirate contro il tumore al polmone. Si tratta di analisi molecolari con metodiche convalidate, che vanno eseguite quando la malattia è in fase avanzata per individuare importanti alterazioni genetiche. Circa 30mila pazienti italiani colpiti ogni anno dal tumore del polmone non a piccole cellule metastatico potranno dunque essere sottoposti alle tecniche migliori per individuare specifiche alterazioni molecolari (cioè la mutazione del gene EGFR e di ALK) e dal risultato del test dipenderà la scelta del trattamento più efficace.

Queste analisi saranno eseguite secondo criteri uniformi negli 80 laboratori certificati per EGFR, tra i quali 38 per ALK. I centri sono stati individuati nell'ambito di un progetto dell'Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) e della Società Italiana di Anatomia Patologica e Citopatologia Diagnostica (SIAPEC-IAP), presentato oggi all'Istituto Superiore di Sanità. La medicina di precisione "deve partire da una diagnosi estremamente accurata - spiega Carmine Pinto, presidente AIOM (nella foto) - e questi controlli sono fondamentali per migliorare la qualità dei test diagnostici. Da un lato il paziente, grazie a una corretta diagnosi, potrà ricevere una terapia mirata evitando inutili tossicità, dall'altro ci saranno significativi vantaggi per il sistema sanitario in termini di risorse risparmiate. Abbiamo raggiunto un risultato molto importante".

Nell'oncologia polmonare, afferma Silvia Novello, oncologa medica all'Università di Torino, "passi da gigante sono stati fatti nell'identificare bersagli molecolari che sono predittivi di risposta a farmaci specifici. Questo vale sicuramente per EGFR e per ALK, alterazioni molecolari che fanno ormai parte dell'iter diagnostico di molti pazienti e per le quali esistono terapie standard efficaci. Molti altri bersagli sono già stati identificati ed altrettante molecole - annuncia - sono in via di sviluppo".

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News