Epatite C può aumentare il rischio di cancro pancreatico

Gastroenterologia | Redazione DottNet | 22/01/2009 12:32

Secondo uno studio pubblicato su Hepatology a gennaio, la presenza del virus dell’epatite C in un individuo può aumentare il rischio di cancro biliare ad esito fatale.

Questo studio è stato condotto da Hashem El-Serag, MD, del Baylor College of Medicine di Houston in Texas, e dai suoi colleghi, su un gruppo di 718.000 pazienti veterani US trattati al “Veterans Affairs medical facilities” tra ottobre 1988 e settembre 2004. Di questi pazienti, 146.394 avevano HCV, 572.293 non avevano HCV. I soggetti non affetti dal virus sono stati accoppiati a soggetti affetti dal virus, per età, sesso, tipo e data di visita medica. Gli studiosi hanno monitorato i soggetti per un periodo di 2.3 anni per determinare l’incidenza di questi cancri ed hanno osservato che il rischio di cancro dell’albero biliare nei pazienti affetti da HCV, seppur basso (4 per 100,000 persone –anni) era oltre il doppio rispetto ai pazienti non affetti dal virus HCV.
Questo studio è stato il primo condotto per esaminare l’associazione tra HCV e cancro pancreatico ed è lo studio che per la prima volta ha evidenziato questa significativa associazione in un ampio gruppo di soggetti.
Per saperne di più
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato