Farmindustria, i farmaci non sono tutti uguali o equivalenti

Farmaci | Redazione DottNet | 24/11/2016 19:14

Scaccabarozzi, è fondamentale considerare le specificità dei pazienti

I farmaci "non sono tutti uguali o equivalenti e questo perchè ogni paziente ha le sue specificità". Lo ha affermato il presidente di Farmindustria, Massimo Scaccabarozzi, in merito alla norma nella manovra sulle gare per acquisto di farmaci in base all'equivalenza terapeutica.


    "Oggi, ad esempio - ha sottolineato Scaccabarozzi in occasione della presentazione della ricerca del Censis 'Gli italiani e la salute' - abbiamo farmaci biotecnologici, derivati da cellule umane, che non possono essere uguali agli altri; quindi non tutti i medicinali sono la stessa cosa e quando sento dire questo, senza considerare il necessario rapporto al singolo paziente, sono davvero molto preoccupato".

Oggi, ha aggiunto il presidente di Farmindustria, "siamo di fronte ad una svolta e ci attendono grandi cambiamenti: una soluzione dobbiamo trovarla e l'approccio non può essere sempre e solo quello economico, ma dobbiamo tornare alla salute ed alla libertà del medico di curare"

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News