Eurostat, in Italia il 52% medici è over-55 e solo 40% è donna

Professione | Redazione DottNet | 15/12/2016 20:20

Nel 2014 si è raggiunto il picco di camici bianchi più anziani in Ue

Camici bianchi più anziani d'Europa.   Sono 1,8 milioni i medici praticanti in Ue e l'Italia detiene il primato dei professionisti più vecchi, con oltre uno su due (52%) che ha 55 anni o più, ponendosi anche nei posti medio-bassi della classifica per quanto riguarda il numero di medici donne (che raggiungono il 40% del totale). E' il quadro che emerge dai dati Eurostat relativi al 2014.
    Il maggior numero di medici si registra negli Stati più grandi: Germania (333.000), Italia (236.000), Francia (206.000), Gran Bretagna (181.000) e Spagna (177.000). Questi cinque Paesi da soli totalizzano circa i due terzi (64%) del numero totale di medici praticanti in Europa.


    In particolare, per quanto riguarda il fattore età, Eurostat sottolinea come ci sia stato un rapido invecchiamento della forza lavoro nel settore sanitario in Europa che coincide con il raggiungimento dell'età pensionabile della generazione del baby-boom. Ciò si riflette, appunto, nella quota di medici con età pari o superiore ai 55 anni, cresciuta dal 24% del 2004 al 37% del 2014. I camici bianchi 55enni o over-55 raggiungono così una quota tra il 40% e il 46% in Bulgaria, Cipro, Germania, Ungheria, Belgio, Estonia, Francia, Lettonia, ma il picco si raggiunge proprio in Italia, con il 52%. Al contrario, i medici praticanti che rientrano in questa fascia di età sono solo il 17% a Malta ed il 13% in Gran Bretagna.


    In rapporto al numero di abitanti, inoltre, è la Grecia a registrare il più alto numero di medici praticanti tra gli Stati europei, con 632 camici bianchi per 100.000 abitanti. L'Italia si attesta su circa 400 medici per 100.000 abitanti, come altri Stati, mentre il numero più basso si registra in Polonia, con 231 medici sempre per 100.000 residenti. In generale, rileva Eurostat, si è registrato un aumento globale del numero di medici per 100.000 abitanti in Europa tra il 2009 e il 2014.    I dati mostrano anche come tra il 2004 ed il 2014 sia cresciuta la quota di medici donne nei Paesi europei, passata dal 41% al 48%. nel 2014 la quota più alta di 'medici in rosa' (oltre il 60%) si registra negli Stati baltici, Romania, Croazia, Slovenia, con picchi in Estonia e Lettonia, dove le donne medico raggiungono i tre quarti del numero totale. Al contrario, le maggiori percentuali di medici uomini (67%) si registrano in Lussemburgo, Belgio (61%) e Italia (60%)

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News