Via libera al Tocilizumab per il trattamento dell'artrite reumatoide

Redazione DottNet | 23/01/2009 19:39

citochine ertrite-reumatoide medicina

La Commissione Europea ha approvato il principio attivo tocilizumab per il trattamento dei pazienti affetti da artrite reumatoide (AR).

Si tratta di un farmaco biologico basato su un anticorpo monoclonale in grado di inibire il recettore dell' interleuchina-6 (IL-6), sostanza che, secondo recenti studi, è la citochina più abbondante trovata nelle articolazioni infiammate dell'artrite reumatoide e che gioca un ruolo importante nel produrre dolore, stanchezza muscolare e distruzione articolare. Il farmaco, in associazione al metotrexate (MTX), è in particolare indicato - sottolinea una nota - per il trattamento di pazienti adulti affetti da artrite reumatoide da moderata a severa che non abbiano risposto adeguatamente, o che si siano rivelati intolleranti, a una precedente terapia a base di uno o più farmaci antireumatici modificanti la malattia (DMARDs) o di antagonisti del fattore di necrosi tumorale (TNF). In questi pazienti, tocilizumab può essere somministrato in monoterapia nei casi di intolleranza al metotrexate (MTX) o quando il trattamento continuato con MTX risulti inadeguato. L'approvazione nell'Unione Europea segue le precedenti autorizzazioni del prodotto in diversi Paesi, fra cui Giappone, India e Svizzera.