Francia: sospesa la vendita del farmaco per le carenze di vitamina

Farmaci | Redazione DottNet | 04/01/2017 14:12

Sotto accusa Uvésterol D dopo la morte di un neonato

La ministra della Salute Marisol Touraine ha annunciato "per misura precauzionale" una procedura di sospensione della vendita dell'Uvésterol D, prodotto dalla Crinex, dopo la morte di un neonato di 10 giorni a cui era stato somministrato il medicinale prescritto "per la prevenzione e il trattamento di carenza della vitamina D". La decisione è stata presa dall'Ansm, l'Agenzia di Vigilanza sui Medicinali che in un comunicato ha dichiarato che "l'inchiesta fatta finora mette in evidenza un legame probabile tra il decesso e la somministrazione del prodotto".


    La ministra ha cercato di tranquillizzare i genitori preoccupati: "Voglio rassicurare chi dà la vitamina D ai propri figli: non si corre alcun rischio. E' il modo con cui si somministra il prodotto che è in causa". Il neonato morto il 21 dicembre per "arresto cardiaco" presentava infatti "sintomi di soffocamento", dopo aver preso l'Uvésterol D con una pipetta. I genitori non hanno voluto che fosse effettuata l'autopsia.
    Non è la prima volta che questo medicinale finisce nel mirino delle critiche: nel 2006 e nel 2013 l'Ansm aveva sottolineato le precauzioni da prendere per la somministrazione dell'Uvésterol.


    Già in passato erano stati riscontrati dei malori nei neonati a cui era stato dato l'Uvésterol, raccomandato "fino ai bambini di 5 anni". Alcuni responsabili di farmacosorveglianza avevano espresso dubbi sull'utilizzazione del prodotto. Un numero verde è stato messo a disposizione per avere più informazioni.

Non è commercializzato nelle farmacie italiane il farmaco Uvesterol D, prodotto dalla Crinex, per il quale il ministero della Salute francese ha deciso la sospensione della vendita dopo la morte di un neonato di 10 giorni a cui era stato somministrato il medicinale. Lo conferma l'Agenzia italiana del farmaco (Aifa). Ad essere sotto accusa è la modalità con cui si somministra il medicinale, utilizzando una pipetta. Il neonato francese è morto il 21 dicembre per "arresto cardiaco" e presentava "sintomi di soffocamento", dopo aver appunto assunto l'Uvésterol D con una pipetta

 

 

fonte: ansa, aifa

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News