Oltre 100 trapianti di rene: record al Sant'Orsola di Bologna

Nefrologia | Redazione DottNet | 04/01/2017 16:34

Incrementata anche la donazione da vivente soprattutto di rene

108 trapianti di fegato e 107 di rene. Sono i numeri del Policlinico Sant'Orsola di Bologna e del'equipe del professor Antonio Daniele Pinna che per la prima volta nel 2016 ha superato quota 100 trapianti per entrambi gli organi in un anno. "Abbiamo superato qualsiasi limite preesistente - ha detto Pinna ai giornalisti prima di lasciare la conferenza stampa per raggiungere l'equipe impegnata, proprio in queste ore, in tre trapianti - con un aumento dei trapianti di organi addominali consistente rispetto agli anni passati a cui si aggiunge poi tutta la chirurgia per patologie oncologiche del fegato e delle vie biliari. E' un traguardo importante perché sicuramente hanno beneficiato molti pazienti in gravissime condizioni di salute e in rischio di vita".

Per Pinna c'è stato un miglior utilizzo dell'"offerta di donazione da cadavere soprattutto proveniente dall'Emilia-Romagna. Ma abbiamo utilizzato e incrementato anche la donazione da vivente soprattutto di rene ma anche di fegato e l'utilizzo di tecniche particolare per utilizzare organi che altrimenti in passato non avremmo utilizzato". L'obiettivo, ora, è infatti quello di incrementare la donazione cosiddetta a 'cuore fermo', cioè quelle da donatori deceduti per arresto cardiaco: nel 2016, per la prima volta, sono stati eseguiti al Sant'Orsola quattro trapianti di rene e uno di fegato provenienti da due donatori morti in questo modo. Analizzando i dati del 2016, illustrati dal direttore del centro riferimento trapianti dell'Emilia-Romagna, Gabriela Sangiorgi, a fronte, fortunatamente, di un calo di decessi per morte encefalica negli ospedali della regione (380, nel 2015 erano stati 429) le segnalazioni di possibili donatori sono rimaste costanti (226 l'anno precedente erano state 228) e il numero di donatori utilizzati è aumentato passando da 118 a 139.


    Grazie a questo incremento nel 2016 i trapianti al Sant'Orsola sono stati 243 contro i 198 dell'anno precedente con una crescita del 22,7%. "E' una grande soddisfazione per il Policlinico Sant'Orsola - ha detto il direttore generale del policlinico, Antonella Messori presenta all'incontro con la stampa insieme al direttore sanitario, Anselmi Campagna - ma direi per tutta le rete regionale che coordina l'attività di donazione e di trapianto.  E' sicuramente il risultato di un grande lavoro di squadra". 

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News