J&J, utili 2008 in crescita ma stime 2009 sotto attese

Aziende | Redazione DottNet | 27/01/2009 13:39

Utili 2008 in crescita sopra le attese per l'americana Johnson & Johnson (J&J), che chiude lo scorso esercizio con un utile netto in progressione del 22,4%, a 12,9 miliardi di dollari, e un utile per azione (Eps) in aumento del 25,9% a 4,57 dollari.

Escludendo voci eccezionali, la progressione dell'utile netto scende tuttavia a +6,8%, mentre quella dell'Eps a +9,6% (4,55 dollari). Positivo anche il quarto trimestre 2008: l'utile netto cresce a 2,7 miliardi (+14,3%, ridimensionato a un +3,1%, a 2,6 miliardi, escludendo voci eccezionali), mentre l'utile per azione a 97 cent (+18,3%, o +6,8% a 94 cent escludendo voci eccezionali), riporta il gruppo.
In aumento del 4,3% a 63,7 miliardi di dollari le vendite sui 12 mesi, mentre quelle trimestrali registrano una flessione del 4,9% a 15,2 miliardi. Meno rosee del previsto sono invece le previsioni per il 2009, anticipate in una nota dal presidente e ceo, William C. Weldon. A fine anno J&J si aspetta infatti un Eps compreso tra 4,45 e 4,55 dollari, contro i 4,58 dollari già stimati dagli analisti.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato